burger mobile
logo
Sede Legale ASST Fatebenefratelli Sacco
Via G.B Grassi, 74 . 20157 - Milano | CF e PI:09319690963
IBAN: IT47A0538701615000042209922
protocollo.generale@pec.asst-fbf-sacco.it

Ricostruzione mammaria con lembo di gran dorsale

25/05/2018

La tecnica prevede l'utilizzazione del muscolo grande dorsale insieme ad un'isola cutanea sovrastante di forma ellittica e dimensioni variabili, e l’inserimento di una protesi al di sotto del muscolo.

Il lembo cutaneo scolpito, di ampie dimensioni, deve comunque consentire una chiusura diretta della ferita che residua nella regione dorsale. Il disegno dell'isola cutanea sul dorso può essere orizzontale od obliquo a seconda di come si deve ricostruire la cute nella regione mammaria. Le dimensioni medie dell’isola cutanea sono di circa 12x8 cm.

La trasposizione del lembo dorsale avviene attraverso un tunnel sottocutaneo ascellare. La protesi viene impiantata fra il piano del muscolo pettorale ed il piano muscolare del gran dorsale e l’isola cutanea viene suturata nella breccia creata dalla riapertura della cicatrice da mastectomia. La cicatrice residua nella regione dorsale potrà essere localmente nascosta dalla bretella del reggiseno.

Lembo gran dorsale

Il lembo di grande dorsale ha il vantaggio di essere una tecnica di ricostruzione mammaria in un unico tempo, infatti, non necessita del tempo di espansione cutanea. Inoltre, porta un tessuto sano e ben vascolarizzato in un’area a volte sottoposta a radioterapia e pertanto atrofica, la protesi è ben ricoperta e la mammella appare soffice.

Sebbene venga sacrificato un muscolo, la sua funzione è ben sopperita da altrettanti muscoli accessori, per cui la funzionalità dell'arto resta indenne.

L'uso del lembo miocutaneo di gran dorsale non è priva di svantaggi:

  • L'intervento determina un ulteriore cicatrice nella regione dorsale;
  • Si devono utilizzare delle protesi, che sebbene meglio ricoperte rispetto alla metodica espansore - protesi, possono sempre andare incontro a complicanze come dislocazione, rottura o contrattura capsulare.

Concludendo, il lembo di gran dorsale resta un lembo molto sicuro, gravato da un basso tasso di complicanze, adatto a ricostruire mammelle non troppo grandi e ptosiche.

L'intervento non è doloroso e normalmente ben tollerato dalla paziente, la ripresa è rapida, infatti il ricovero dura circa 5-7 giorni. 


Torna a Chirurgia Senologica

Torna alla pagina: Breast Unit - Centro di Senologia Multidisciplinare