burger mobile
logo
Sede Legale ASST Fatebenefratelli Sacco
Via G.B Grassi, 74 . 20157 - Milano | CF e PI:09319690963
IBAN: IT47A0538701615000042209922
protocollo.generale@pec.asst-fbf-sacco.it

Ambulatori Specialistici 2

L’Unità Operativa Semplice Ambulatori Specialistici 2 è organizzata in Centri Sovrazonali dedicati alla prevenzione, alla diagnosi ed al trattamento di specifici disturbi di area psichiatrica.  Essa comprende il Centro per il Trattamento dei Disturbi Depressivi (CTDD), alcuni ambulatori specifici annessi al CTDD, e il Centro Disturbi del Comportamento Alimentare.

  • Centro per il Trattamento dei Disturbi Depressivi (CTDD):
    Il Centro è attivo da anni per il trattamento specialistico dei disturbi depressivi e dei disturbi di ansia, con una particolare attenzione al trattamento integrato delle forme ricorrenti e resistenti di depressione maggiore, dei disturbi bipolari e del disturbo di panico. Le patologie trattate sono numerose e complesse comprendono le più gravi e potenzialmente invalidanti fino alle patologie medio lievi ‐ impropriamente definite “minori”, per le quali si sono costituiti specifici servizi dedicati.
    Spesso colpiscono persone giovani e con un funzionamento premorboso sufficiente o buono. Nelle forme più rilevanti in termini clinici il contesto della Medicina Generale non sembra fornire le risposte necessarie in termini di competenza psicofarmacologica e relazionale.
    I CPS sono spesso percepiti da questi pazienti come luoghi non adatti alle loro esigenze, a questo si aggiunge che in taluni servizi prevale la tendenza a dedicare la massima parte delle risorse disponibili ai pazienti più gravi che necessitano di specifici interventi multidisciplinari che configurano una condizione di presa in carico. La possibilità di offrire un centro specialistico dedicato fornisce la possibilità di rispondere in modo più adeguato a questi bisogni di cura nel contesto del Servizio Sanitario Regionale, riuscendo dunque a produrre remissione e salute in soggetti giovani, in età lavorativa, spesso madri e padri di minori. Un’area di popolazione che rischierebbe di non avere risposte adeguate ed efficienti in “usual care”. L’esperienza maturata nel corso degli anni dall’ambulatorio ha permesso di consolidare esperienze cliniche e di ricerca di rilievo.
     
  • CTDD e Prevanzione Perinatale:
    Tra gli obiettivi che il centro si prefigge ci sono la diagnosi ed il trattamento precoce dei disturbi depressivi e dello spettro affettivo, la prevenzione dei rischi connessi patologia (cronicità, tentato suicidio etc) il supporto psicoeducazionale per il paziente e la famiglia.
    Nel campo della depressione il Centro offre una risposta terapeutica specifica alle forme depressive resistenti e a quelle ricorrenti, nonché a quelle bipolari.
    Nel 2017 presso il Centro sono state effettuate 462 prime visite psichiatriche, 5933 visite di controllo e 3411 giornate di macroattività ambulatoriale (MAC-10). 

Annessi al CTDD ci sono i seguenti ambulatori:

  1. Ambulatorio Prevenzione Perinatale
    L’attività di intervento psichiatrico e psicoterapico che nasce nel 2012 nell’ambito del CTDD ha permesso di attivare percorsi specialistici di prevenzione delle patologia connessa ai cicli di vita della donna. In particolare l’attenzione alle patologie affettive peri‐partum costituisce una possibilità di intercettare precocemente la patologia psichica in soggetti fragili, consente di svolgere interventi di prevenzione primaria e secondaria (sia sulla madre che sul bambino), costituisce un valido presidio per il trattamento specialistico delle condizioni di Depressione Maggiore o Psicosi insorta durante o dopo la gravidanza. Nello stesso servizio si interviene sulle specifiche problematiche dei disturbi psichici insorti nella menopausa che presentano criticità di diagnosi e gestione clinica tali da necessitare una specifica formazione che si è costituita nel corso del tempo.
    L’accesso è previo appuntamento al 02.39042904 su invio del medico/ ginecologo curante.
     
  2. Ambulatorio Internet addiction
    Gli effetti prodotti da un utilizzo abnorme di Internet è oggetto di attenzione e studio soprattutto su soggetti giovani. La definizione di un Ambulatorio con specifiche competenze in tale area permette all’ASST di poter fornire risposte competenti e adeguate ad una problematica che risulta ancora poco definita dal punto di vista epidemiologico ma che rappresenta potenzialmente un settore di notevole rilevanza per la salute pubblica sia perché tocca in modo specifico la fascia dell’adolescenza, sia perché la diffusione che osserviamo per l’utilizzo dei social network assume dimensioni sempre più rilevanti.
    L’accesso è previo appuntamento al 02.39042904
     
  3. Ambulatorio Ge.Co
    L’ambulatorio offre un servizio di consulenza alla UO di Gastroenterologia per la diagnosi e trattamento della comorbilità psicopatologica in corso di patologie gastrointestinali croniche (Morbo Chron e Colite Ulcerosa). Si accede previo invio da parte del curante gastroenterologo.  L’offerta terapeutica è quella del CTDD.
     
  4. Ambulatorio per la diagnosi e gestione di casi complessi di disfagia psicogena
    L’ambulatorio offre un servizio di consulenza in collaborazione con la UOC di ORL del Presidio Ospedaliero per la diagnosi e trattamento delle disfagie Psicogene. L’offerta terapeutica è quella del CTDD.
     

Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA):
I Disturbi del Comportamento Alimentare sono patologie gravi ma curabili, carattarizzate da comorbidità mediche e psichiatriche. Prevenzione, diagnosi e trattamento precoce costituiscono da sempre la mission del Centro. L’approccio terapeutico è mirato ad aiutare i pazienti a riconoscersi come persone con un valore proprio, aiutarli nella ricerca dell’autonomia e dell’identità favorendo consapevolezza, crescita e consolidamento dell’autostima.

Centro Disturbi del Comportamento Alimentari 

Il centro DCA dell’Ospedale Sacco diviene una realtà attiva al Sacco dal 1996. Molte persone sofferenti di DCA, se precocemente e correttamente trattate, possono acquisire una piena e prolungata guarigione. In particolare le forme d’esordio adolescenziale, poco sintomatiche, se precocemente ben curate, raggiungono una remissione completa spontanea. La cura dei DCA oltre a ridurre ed eliminare il rischio complicazioni a rischio vitale e di compromissione organica cronica, favorisce il recupero di una vita sociale e relazionale serena e produttiva. Prevenzione, diagnosi precoce e trattamento sin dall’esordio, è il punto cruciale per una positività del percorso terapeutico.

Il Centro ha un approccio multidisciplinare alla patologia, approccio che non si limita al recupero nutrizionale ma  propone, dopo una la fase diagnotica, interventi psicoterapici e se necessario psicofarmacologici.

La terapia dei DCA si focalizza sul sostegno psicologico mirato ad una nuova elaborazione del deficit dell’esperienza del sé, sul recupero degli strumenti e dei concetti mancanti e necessari ad organizzare e ad esprimere i propri bisogni. La terapia è intesa come un offerta qualificata di riparazione di quel senso di insoddisfazione e di mancanza di  aiuto, profondamente radicato in queste pazienti. Il livello di cura offerto nell’ambito dell’Ospedale Sacco è solo di tipo ambulatoriale.

Tutte le richieste d’intervento sono accolte ed elaborate attraverso 3 tappe consequenziali:

  1. Una prima  visita, propriamente  detta, “fase di “accoglimento” effettuata con la dietista clinica esperta in DCA, è specificamente mirata alla raccolta della domanda d’aiuto, racolta informazioni e dati bioantropometriche nonché prima sensibilizzazione relativa allo stato biometrico di base.
  2. Segue uno “screening diagnostico” che prevede uno screening psicodiagnostico (batteria di test mirata).
  3. La terza fase è quella terapeutica, nella quale, in base a quanto emerso dalla fase diagnostica, sono attuati interventi personalizzati che possono prevedere terapie psicofarmacologici e nutrizionali, intervento cognitivo comportamentale di gruppo.


L’equipe è multiprofessionale e comprende la figura dello psichiatra, dello psicologo, dell’internista e delle dietiste. Sono poi possibili invii per specifiche consulenze ad altri medici specialisti del Sacco, quali endrocrinologo, ginecologo, ortopedico. Se dalla fase di valutazione emergono quadri clinici da trattare in ambiente più protetto (day hospital, ricovero ordinario e residenziale) verrano date informazioni e fatti specifici invii. I care givers, genitori e coniugi, hanno accesso, se disponibili, ad interventi di formazione e psicoeducazione relazionale rispetto al disagio correlato alla patologia del familiare. Sono attivi anche gruppi di auto aiuto. 

DIRETTORE: Bosi Monica
DOWNLOAD CV

STAFF: Bosi Monica 

Attività didattica

La formazione viene organizzata tramite corsi interni e con la partecipazione a convegni e corsi esterni,  al fine di garantire al personale aggiornamento continuo e per il mantenimento di competenze e abilità sui temi di fondamentale interesse psichiatrico.

Presso le strutture del unità sono attivit tirocini per gli studenti del Corso di laurea on Medicina e Chirurgia e dei medici in formazione specialistica, dell’Università degli Studi di Milano.

Principale casistica trattata

Al CTDD:

  • Disturbi depressivi
  • Disturbi bipolari
  • Disturbi d’ansia
  • Disturbi di personalità
  • Disturbi Internet Addiction
  • Disturbi funzionali stress correlati
  • comorbilità psicopatologica in corso di patologie gastrointestinali croniche (Chron e Colite Ulcerosa).
  • Disfagie psicogene (in collaborazione con ORL)
  • Prevenzione e trattamento psicopatologia in gravidanza (collaborazione Circuito
  • O.N.DA) in collaborazione con Materno Infantile

Al Centro DCA:

  • i Disturbi del Comportamento Alimentare (AN, BED, BN)