burger mobile
logo
Sede Legale ASST Fatebenefratelli Sacco
Via G.B Grassi, 74 . 20157 - Milano | CF e PI:09319690963
IBAN: IT14J0311101603000000034867 - SWIFT: BLOPIT22
protocollo.generale@pec.asst-fbf-sacco.it

Ricerca sulla sicurezza farmacologica nei bambini: il ministero della salute premia la farmacologia clinica

- © 2018 Asst Fatebebenfratelli Sacco
10/09/2018

La Farmacologia Clinica della nostra ASST, diretta dal Prof. Emilio Clementi, ha ricevuto dal Ministero della Salute un finanziamento di 450.000 euro per una ricerca finalizzata di tre anni : “Precision medicine to study and prevent metabolic adverse effects induced by second generation antipsychotic drugs: pharmacogenetic profiling in patients and mechanistic analysis of the effect of genetic variants in vitro” riguardo gli effetti collaterali, l’efficacia e la sicurezza dei farmaci per i bambini con disturbi comportamentali.

Chi partecipa al progetto di ricerca?

Al progetto partecipano, oltre alla nostra Farmacologia Clinica come coordinatore, l’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico della Università Luigi Vanvitelli di Napoli - Dip Medicina Sperimentale e l’Università di Urbino - Dip Scienze Biomolecolari Sez Farmacologia.

Cosa sono gli antipsicotici di seconda generazione e a cosa servono?

Gli Antipsicotici di Seconda Generazione (Second Generation Antipsychotic  - SGA)  sono una classe di farmaci eterogenea per efficacia e sicurezza e sono indicati nel trattamento della schizofrenia, di episodi maniacali, agitazione, e aggressività. Comunemente definiti atipici, rispetto agli antipsicotici convenzionali, hanno maggiore efficacia sui sintomi negativi e minore incidenza di effetti secondari di tipo extrapiramidale con una migliore tollerabilità per i pazienti.

Gli antipsicotici di seconda generazione sono sempre più utilizzati nei pazienti pediatrici che soffrono di malattie come la schizofrenia, le psicosi e il disturbo bipolare. Il problema di questi  farmaci sono le molteplici reazioni avverse e in particolare la Sindrome metabolica.

Cos’è la sindrome metabolica?

La sindrome metabolica è una situazione clinica nella quale diversi fattori fra loro correlati concorrono ad aumentare la possibilità di sviluppare patologie a carico dell'apparato circolatorio e il diabete. E’ una reazione avversa (Adverse Drug Reaction - ADR)  comune agli Antipsicotici di Seconda Generazione che ha un esordio subclinico, ma che da’ gravi esiti a lungo termine con un  impatto negativo sul benessere e sullo sviluppo fisico e l’insorgere di scoppi d'ira legati alla fame di cibo.

A cosa è dovuta?

Gli eventi che portano alla sindrome metabolica sono stati studiati e le ricerche sul genoma hanno identificato Polimorfismi a Singolo Nucleotide (SNP) nelle molecole classicamente coinvolte in regolamenti metabolici indipendenti dal farmaco, spiegando anche parte della variabilità interpaziente nello sviluppo delle reazione avversa agli Antipsicotici di Seconda Generazione.

L’Ipotesi che abbiamo formulato, sulla base della letteratura e dei dati preliminari di farmacodinamica implicano che i Polimorfismi a Singolo Nucleotide nei recettori Antipsicotici di Seconda Generazione possano anche influenzare la capacità di causare una sindrome metabolica.

L'impatto di questi Polimorfismi a Singolo Nucleotide può essere definito attraverso:

  1. valutazione delle caratteristiche cliniche dei pazienti e delle concentrazioni plasmatiche del farmaco in una ampia coorte di pazienti pediatrici;
  2. validazione in adipociti ed enterociti di Polimorfismi a Singolo Nucleotide sulla differenziazione (adipociti) e rilascio di fattori che contribuiscono alla regolazione metabolica, in particolare leptina, colecistochinina (CCK), peptide glucagone-simile (GLP) -1 e peptide tirosina-tirosina (PYY) .

Quale scopo ha la ricerca?

Definire il ruolo di questi Polimorfismi a Singolo Nucleotide aiuterà a personalizzare terapie individuali che riescano a mantenere l'efficacia, ma che al contempo minimizzino il rischio di sindromi metaboliche. L'analisi longitudinale di parametri biochimici, clinici e concentrazioni plasmatiche dei farmaci fornirà profili di rischio a lungo termine di Antipsicotici di Seconda Generazione in una popolazione pediatrica, contribuendo a definire finestre terapeutiche / intervalli di riferimento corretti  che attualmente sono disponibili solo per gli adulti.