burger mobile
logo
Sede Legale ASST Fatebenefratelli Sacco
Via G.B Grassi, 74 . 20157 - Milano | CF e PI:09319690963
IBAN: IT57W0311101603000000009130
protocollo.generale@pec.asst-fbf-sacco.it

Malattie Infettive 3

La struttura di Malattie Infettive 3 dell'Ospedale Sacco, a direzione universitaria, dispone di 24 posti letto per ricovero ordinario, 7 posti letto per ricovero giornaliero, 5 ambulatori, un laboratorio per la diagnostica avanzata in patologia infettiva e tropicale.

 

È sede delle Scuole di Specializzazione in Malattie Infettive e della Scuola di Specializzazione in Medicina Tropicale, del Dottorato di Ricerca "Malattie Infettive", partecipa al Progetto "CISI" (centro di eccellenza dell'Università degli Studi di Milano) e al Centro interdisciplinare per l'uso dei Precursori Ematologici in terapia (CIPET).

 

Sua “mission” è quella di garantire diagnosi ottimali e cure efficaci, formare operatori e fare ricerca ponendo il paziente al primo posto. Il principale campo di interesse è la malattia da HIV/AIDS. Avvalendosi del laboratorio di UNI.MI. ad essa annesso, è inoltre uno dei maggiori centri di ricerca di base e clinica su questo tema a livello nazionale.

Patologia HIV-correlata

Diagnosi e cura; sperimentazione farmaci; studio e controllo degli effetti indesiderati dei farmaci; analisi geno-fenotipiche delle resistenze dei virus ai farmaci; analisi del "fitness virale"; studio dei sottotipi di HIV e della sensibilità ai farmaci; studio della risposta immunitaria alle terapie; studio dei tumori HIV-correlati.

Patologie tropicali

È sempre più frequente, l’osservazione di malattie d’importazione in persone che hanno soggiornato, per i motivi più diversi in area tropicale, nonché in immigrati da aree endemiche per patologie prettamente esotiche, quali malaria, schistosomiasi, filariosi, dengue, febbre gialla, larva migrans cutanea, miasi etc.

L’attività dell'ambulatorio è rivolta in particolare alla valutazione dei viaggiatori di ritorno da Paesi tropicali con specifici problemi clinici: lesioni cutanee, disturbi gastroenterologici come diarrea, dispepsia, dolori addominali; febbre, calo ponderale.

Viene, inoltre, svolta un’attività di valutazione dei viaggiatori prima della partenza, principalmente di quelli che presentano problemi particolari nella loro storia clinica: malattie croniche, immunodepressione, uso concomitante di farmaci, gravidanza. Questa assistenza viene offerta in collaborazione all’Ufficio d’Igiene della ASL Città di Milano, presso il quale sono fornite tutte le principali informazioni inerenti i rischi per la salute, le profilassi di tipo vaccinale e/o farmacologico e comportamentale e dove è anche possibile ricevere le vaccinazioni consigliate e/o obbligatorie per il tipo di viaggio.

Epatiti virali

Presso gli ambulatori di epatologia vengono assistiti pazienti affetti da patologie epatiche croniche, mediante la diagnosi differenziale tra epatiti virali ed epatopatie ad eziologia non infettiva (epatiti tossiche o da farmaci, epatiti autoimmuni, steatoepatiti).

Per i soggetti portatori cronici di infezione da virus dell'epatite B o C si procede alla definizione dello stadio della malattia epatica mediante analisi virologiche, cliniche e istologiche.

Successivamente si indirizza il paziente verso il trattamento personalizzato più idoneo e meglio tollerato. I pazienti vengono inoltre controllati nel tempo per monitorare gli eventuali effetti collaterali e l'efficacia della terapia

Principali ambiti di ricerca

Laboratorio di ricerca e diagnosi avanzata

Il Laboratorio di ricerca e diagnostica avanzata della Clinica di Malattie Infettive comprende una serie di aree dedicate alla gestione dei campioni destinati alle procedure molecolari di ricerca e di diagnostica e a metodiche in vitro di isolamento virale e di suscettibilità ai farmaci antiretrovirali.

Entrambe queste aree sono state realizzate sulla base delle più recenti normative per garantire standard elevati di qualità e di sicurezza per gli operatori.

Una parte del Laboratorio è attrezzata con un locale di livello di sicurezza P3, a pressione negativa, per la manipolazione di campioni biologici contenenti patogeni altamente infettivi e per l’isolamento di virus e/o retrovirus.

Un locale di livello P2, a pressione positiva, è riservato alla preparazione dei reagenti destinati all’esecuzione delle metodiche molecolari al fine di evitare i problemi di contaminazione tra campioni e falsi risultati positivi.

l nuovo Laboratorio permette di effettuare l’estrazione degli acidi nucleici (RNA e DNA) che viene condotta dai ricercatori in luoghi dotati di cappe a flusso laminare.

Uno spazio della nuova struttura è invece dedicato esclusivamente allo studio dei micobatteri.

l Laboratorio, che vanta strumenti d’avanguardia, è dotato di tre apparecchiature ad alta definizione (laser): un sequenziatore automatico, per studiare le sequenze geniche di microrganismi; uno strumento TaqMan per la Real-Time PCR che per mette un’analisi di tipo quantitativo e un citofluorimetro per la separazione delle sottopopolazioni dei linfociti in studi immunologici.

Il Laboratorio è inoltre dotato di un sistema di crioconservazione che comprende frigoriferi, congelatori (- 20°C e –80°C) e contenitori in azoto liquido (-120°).

Attività didattica

Il reparto è sede delle Scuole di Specialità di Malattie Infettive e di Medicina Tropicale e del dottorato in Malattie Infettive. In virtù della titolarità di quattro corsi di Malattie Infettive del Corso di Laurea in Medicina e di numerosi corsi di laurea sanitari l’attività di docenza, che coinvolge buona parte del personale medico strutturato nella unità operativa, assume per questa unità una rilevanza sostanziale.

Aree di eccellenza

Diagnosi e cura della patologia infettiva tradizionale e della patologia esotica di importazione (infezioni tropicali), delle infezioni nel soggetto immunocompromesso. Questi settori sono pure oggetto di ricerca, studi e sperimentazione di farmaci e procedure diagnostiche innovative.

Le competenze di alta specialità sviluppate al suo interno sulle infezioni fungine, tubercolari e batteriche, le infezioni emergenti e le epatiti (testimoniate dalle pubblicazioni scientifiche e dall’attività di consulenza interna ed esterna all’azienda), integrate con quelle presenti in dipartimento, consentono di coprire tutti i principali campi della disciplina.

Emergenza Infettivologiche e Bioterrorismo

La Struttura Semplice di "Emergenza infettivologica e Bioterrorimo" è stata costituita per coordinare gli interventi del Dipartimento di Malattie Infettive in questo ambito.

Le attività della struttura si sono concentrate principalmente in:

  • predisposizione di piani organizzativi
  • reperimento e gestione del materiale idoneo per affrontare gli eventuali episodi infettivi secondo le necessità;
  • organizzazione di iniziative di formazione rivolte al personale addetto all'assistenza dei malati
  • interventi di natura più specificamente diagnostica e assistenziale su casi clinici (compreso il trasferimento con ambulanza di malati con febbre emorragica virale provenienti da altre regioni).

Allo scopo è stata costituita un gruppo di intervento rapido (composto da personale medico e infermieristico del Dipartimento) con reperibilità h24, per il trasferimento con mezzo dedicato (ambulanza ad alto isolamento) di malati ad alta contagiosità provenienti da altre regioni del NordItalia verso strutture idonee di ricovero.

 

Malattie tropicali

il Dipartimento di Malattie infettive, in considerazione anche del fatto che è sede della scuola di specializzazione in malattie tropicali dell'Università di Milano, da anni si è occupato della casistica di patologia tropicale di importazione della profilassi delle patologie legate ai viaggi e alle migrazioni e della ricerca in ambito clinico, parassitologico ed epidemiologico. La necessità di implementare l'integrazione con il territorio indicata dalla legge 23 del 2015 è l'occasione per strutturare in modo ancor più funzionale questa attività del Dipartimento (.i.e implementazione delle profilassi vaccinali e non per coloro che si recano all'estero, più rapida presa in carico di coloro che rientrano dopo un viaggio e che presentano sintomi, maggiore collaborazione con le strutture di volontariato sociale che si fanno carico dei migranti) con la creazione di un Unita semplice aggregata all'unità di Malattie Infettive 3 (sede appunto della scuola di specializzazione in malattie tropicali).

Collaborazioni nazionali e internazionali

È convenzionata con l'ASL-Milano-1 per la prevenzione, diagnosi e cura delle patologie esotiche d'importazione. 

È convenzionata con: Istituto Clinico Humanitas, Azienda Ospedaliera di Bollate-Garbagnate, Istituto Europeo di Oncologia, Policlinico di Milano e Istituto dei Tumori.