burger mobile
logo
Sede Legale ASST Fatebenefratelli Sacco
Via G.B Grassi, 74 . 20157 - Milano | CF e PI:09319690963
IBAN: IT47A0538701615000042209922
protocollo.generale@pec.asst-fbf-sacco.it

Chirurgia Generale Fatebenefratelli

La chirurgia generale del Fatebenefratelli svolge un’attività chirurgica di oltre 1.350 interventi l’anno, caratterizzata dall’adozione sempre più frequente di metodiche laparoscopiche e toracoscopiche (chirurgia addominale maggiore, chirurgia toracica resettiva, chirurgia del rachide dorsale e chirurgia d’urgenza).
I campi d’azione della Struttura riguardano la maggior parte delle patologie di interesse chirurgico.
A livello addominale sono praticate la chirurgia della parete addominale (dalle ernie inguinali, trattate in regime di Day Surgery al trattamento dei grossi laparoceli complicati), la chirurgia delle vie biliari e resettiva epatica, la chirurgia colon-rettale (in massima parte con metodica laparoscopica), la chirurgia gastrica e della milza (affrontate sempre con più frequenza in laparoscopia) e i trattamenti intensivi “open abdomen”.
È stata sviluppata la chirurgia proctologica, dove vengono affrontate anche le patologie complesse del pavimento pelvico con interventi all’avanguardia (es. POPS).
Ulteriori campi che vengono sempre più incrementati sono la chirurgia senologica e la chirurgia toracica.
Infine il reparto mantiene un notevole volume d’attività chirurgica espletata in regime d’urgenza, con particolare riguardo alle patologie acute addominali e al politrauma.

L’attività chirurgica è di circa 1.000 interventi l’anno si è progressivamente caratterizzata per il ricorso sempre più frequente alle metodiche mininvasive con significativa riduzione delle degenze e dell’impegno assistenziale nella degenza postchirurgica.

L'Unità. di Chirurgia Generale in ottemperanza alla “mission” aziendale fornisce adeguate risposte in tema di diagnosi, presa in carico e cura delle malattie chirurgiche, nel rispetto dei principi di scientificità e qualità e con l’obiettivo di massima efficienza, migliore efficacia e massima attenzione agli aspetti relazionali e di umanizzazione con il paziente, agisce sia in elezione che in urgenza con estensione del servizio in consulenza (anche in sala Operatoria) al presidio Macedonio Melloni.

Frequente alle metodiche mininvasive con significativa riduzione delle degenze e dell’impegno assistenziale nella degenza postchirurgica.

L'unità di Chirurgia Generale in ottemperanza alla “mission” aziendale fornisce adeguate risposte in tema di diagnosi,presa in carico e cura delle malattie chirurgiche, nel rispetto dei principi di scientificità e qualità e con l’obiettivo dimassima efficienza, migliore efficacia e massima attenzione agli aspetti relazionali e di umanizzazione con il paziente.

L’Unità. agisce sia in elezione che in urgenza con estensione del servizio in consulenza (anche in sala Operatoria) alpresidio Macedonio Melloni.

DIRETTORE: Zappa Marco Antonio
DOWNLOAD CV

STAFF: Angilletta Giuseppe  Apostolou Maria  Ardito Antonella  Ballerini Alessandro  Belotti Daniele  Bernardin Elena  Bruno Nicola  Cellerino Paola  Coladonato Massimiliano  Crespi Gianluca  D'Alessandro Valentina  D'Ambrosi Gennarino  De Murtas Giovanni  Francese Massimo  Fusi Maria Danila  Grande Gennaro  Iamele Angelo  Kasangian Anaid Anna  Lotti Marco  Mastropasqua Emanuele  Paternollo Roberto  Russo Roberto  Santambrogio Roberto  Tempera Serena Elisa  Zappa Marco Antonio 

COORDINATORE SANITARIO: ricoveri ordinari: Debora Barbieri; Day surgery: Giuseppina Arresta NUMERO DI SPECIALIZZANDI: 3 Orario di visita

Mattino:12:00-13:30
Pomeriggio: 18:00-19:30
Sabato e festivi: 11:00-20:00

 

Associazioni di volontariato:
Associazione pro-ammalati Francesco Vozza
Principali ambiti di ricerca

Attualmente sono in corso i seguenti studi multicentrici:

  • Studio multicentrico per le neoplasie colo-rettali (studio AMICOR)
  • Studio multicentrico in senologia

Attività didattica

La struttura è convenzionata con la Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale dell’Università degli Studi di Milano per l’attività formativa dei medici specializzandi in Chirurgia Generale. 

 

Aree di eccellenza
  • Chirurgia laparoscopica colo-rettale.
  • Chirurgia proctologica: mucoprolassectomia, STARR, trans-STARR e resezione retto-sigmoidea per via trans-anale (Altemeier).
  • Laparoscopia per la chirurgia artrodesica con approccio anteriore della colonna lombare.  

 

Principale casistica trattata

Patologia gastro-enterica: chirurgia delle patologie benigne e maligne dello stomaco, del duodeno e dell’intestino tenue. Utilizzo della tecnica chirurgica tradizionale “aperta” e della tecnica mini-invasiva laparoscopica quando indicata.
Patologia epato-biliare e del pancreas: colecistectomia laparoscopica, chirurgia delle neoplasie benigne e maligne del fegato, della colecisti e del pancreas. Chirurgia delle metastasi epatiche.
Patologia colon-proctologica: chirurgia delle patologie benigne e maligne del colon-retto, chirurgia delle fistole, delle emorroidi, del prolasso, della sindrome da defecazione ostruita, del rettocele. Applicazione delle nuove metodiche di transezione meccanica del retto per via transanale che, oltre al risultato funzionale, offrono un post operatorio pressoché indolore rispetto alla chirurgia tradizionale.
Patologia della parete addominale: chirurgia delle ernie della parete addominale: inguinale, crurale, ombelicale, femorale, otturatoria, lombare, primitive e recidive. Chirurgia del laparocele primitivo e recidivo. Impianto di reti protesiche di ultima generazione. Utilizzo della tecnica chirurgica tradizionale “aperta” e della tecnica mini-invasiva laparoscopica quando indicata.
Patologia toraco-polmonare: chirurgia delle neoplasie del polmone e della pleura. Chirurgia delle metastasi polmonari. Chirurgia del pneumotorace. Chirurgia del versamento pleurico. Chirurgia del rachide dorsale in collaborazione con la neurochirurgia. Utilizzo della tecnica chirurgica tradizionale “aperta” e della tecnica mini-invasiva toracoscopia quando indicata. 
Patologia della mammella: chirurgia delle neoplasie benigne e maligne della mammella. Asportazione del linfonodo sentinella. Asportazione dei linfonodi ascellari. Chirurgia ricostruttiva della mammella (oncoplastica). Impianto di materiale protesico di ultima generazione.
Patologia endocrina: chirurgia della patologia benigna e maligna della tiroide, delle paratiroidi. 
Patologia ematologica: chirurgia della milza. Utilizzo della tecnica chirurgica tradizionale “aperta” e della tecnica mini-invasiva laparoscopica.
Patologia chirurgica d’urgenza: guardia chirurgica attiva in Pronto Soccorso 24 ore su 24. Trattamento del paziente affetto da patologia chirurgica acuta e traumatica dell’addome e del torace sia con tecnica chirurgica tradizionale “aperta” che con tecnica mininvasiva laparoscopica quando indicata.
Per l'esperienza maturata negli anni in questi ambiti di cura, sono attive, nell’Unità Operativa, cinque moduli organizzativi denominati “Strutture Semplici” per lo sviluppo e l'applicazione delle più aggiornate metodiche di cura.