burger mobile
logo
ospedali sacco melloni fbf buzzi

Sostieni il progetto di apertura ambulatorio sulle malattie della superficie oculare

- © 2017 Asst Fatebebenfratelli Sacco

Avviso pubblico per la raccolta di manifestazione di interesse da parte di enti/aziende/società  a sostegno del “Progetto di apertura ambulatorio sulle malattie della superficie oculare”  dell’ASST Fatebenefratelli Sacco – Presidio Ospedale Sacco.

La lettera di intenti relativa al presente avviso, redatta su carta intestata dell’Ente/Azienda/Società in conformità al modello fac-simile in allegato e debitamente sottoscritta dal Legale Rappresentante, dovrà pervenire entro e non oltre il 7 luglio 2017.

In cosa consiste il progetto?

Le malattie della Superficie Oculare comprendono tutte le malattie del segmento anteriore dell’occhio, ovvero l’apparato lacrimale, palpebre, cornea, congiuntiva. Le più frequenti sono le malattie da iposecrezione o iperevaporazione del film lacrimale (malattie da occhio secco), le congiuntiviti allergiche, le ustioni da sostanze chimiche e termiche, la cheratopatia da lenti a contatto, lo pterigio, le malattie cicatriziali congiuntivali, e più in generale tutte le forme di “occhio rosso”.
Si tratta in alcuni casi di malattie molto frequenti con una prevalenza, per le sole forme di sindrome dell’occhio secco, del 34% dopo i 60 anni di età1 e dell’80% tra i videoterminalisti. In pratica, le malattie della superficie oculare interessano milioni di persone in Italia. Alcune malattie possono causare cecità legale, altre sono croniche ed alterano significativamente la qualità di vita dei pazienti con grave riduzione dell’autonomia personale ed importanti costi sociali. 
Ad oggi le terapie delle malattie della superficie oculare sono spesso palliative, perché nella maggior parte dei casi non sono in grado di controllare i meccanismi fisiopatologici da cui originano. 
Attualmente in Italia vi sono pochi centri specializzati per la diagnosi e la terapia delle malattie della superficie oculare in grado di svolgere una completa attività clinica e di ricerca. 

Attività Clinica
L’ambulatorio potrà fornire prestazioni per la diagnosi e la cura delle patologie della superficie oculare, impostare protocolli terapeutici e garantire il corretto follow up dei soggetti afferenti. 
Un altro grande punto di forza di questo progetto è la possibilità di offrire un servizio di consulenza dedicato per le Unità Operative che trattano patologie con compromissione della superficie oculare quali, ad esempio, la Reumatologia, l’Endocrinologia, l’Allergologia e la Medicina del Lavoro. Questa attività si affiancherebbe a servizi già esistenti quali l’ambulatorio Uveiti e l’ambulatorio Malattie Infettive.

Attrezzatura e personale necessario per lo svolgimento del progetto
L’implementazione dell’Ambulatorio superficie oculare non necessita dell’acquisto di nuova strumentazione; gli strumenti già disponibili verranno utilizzati in fasce orarie in cui non possono rappresentare intralcio con altre attività già esistenti. 
La figura professionale necessaria per lo svolgimento del progetto è un Oftalmologo con competenze in diagnosi e cura delle patologie della superficie oculare. 

 

 

Le App consigliate dall'ASST Fatebenefratelli Sacco