burger mobile
logo
Sede Legale ASST Fatebenefratelli Sacco
Via G.B Grassi, 74 . 20157 - Milano | CF e PI:09319690963
protocollo.generale@pec.asst-fbf-sacco.it

Manifestazione di Interesse a sostegno del progetto “Punto Informativo sulla Rete di Cure Palliative di Milano”

Con l’Istituzione da parte di ATS Milano della Rete Locale di Cure Palliative di Milano che ha nel Dipartimento Interaziendale di Cure Palliative della Città di Milano la Struttura di coordinamento e all’ASST Fatebenefratelli Sacco, in qualità di Capofila, la Direzione dello stesso, si rende necessario dare attuazione alle DGR 4610 del 2012 e 5018 del 2016, garantendo i seguenti obiettivi:

  1. Attivazione di percorsi di presa in carico e di continuità assistenziale per tutti i pazienti che necessitano di cure palliative attivando protocolli assistenziali condivisi;
  2. Integrazione (non solo formale) tra tutte le strutture operanti nelle cure palliative e flessibilità organizzativa;
  3. Adeguata diffusione all’utenza dell’informazione dell’esistenza della rete e delle modalità d’accesso;
  4.  Integrazione nella rete dei MMG /PLS/ Medici operanti nelle RSA mediante l’attivazione di progetti sperimentali;
  5. Monitoraggio della qualità del servizio erogato.

Al Dipartimento Interaziendale partecipano tutti gli Enti Erogatori di Cure palliative della città di Milano, sia pubblici che privati, che costituiscono una ricchezza di Strutture in grado di coprire il bisogno della Città ma a volte con organizzazioni fortemente disomogenee tra di loro.

Partecipano inoltre le RSA, i MMG, i Pediatri di famiglia e tutte le Associazioni di volontariato che si occupano di cure Palliative, che per la prima volta vengono formalmente integrati nella Rete.

Il progetto prevede di attivare presso la sede del Dipartimento Interaziendale di cure Palliative di Milano, situata presso l’ASST Fatebenefratelli Sacco uno Sportello informativo per l’Utenza, che diventi un punto di riferimento per la città per fornire informazioni sulla rete e sulle strutture che la compongono e sulle modalità di accesso alle stesse.

Lo sportello deve diventare anche un punto di facilitazione per l’accesso alle Strutture e di guida per indirizzare i Cittadini bisognosi all’uso della Rete.

Il personale dello sportello supporterà anche l’attività del Dipartimento per migliorarne l’operatività e consentire l’avvio di progetti sperimentali finalizzati ad omogeneizzare le cure palliative sul territorio.